L’angolo Tecnico

Il Basket è uno sport costruito su regole e fondamentali dove le prime hanno la priorità. E’ anche un gioco di squadra dove la “socializzazione”, la spicologia,  hanno una importanza straordinaria. Senza dimenticare che , la fisicità , è un aspetto che può dominare la scena.

E la tecnica? E’ l’ultima ruota del carro, tutti la possono apprendere, secondo le loro possibilità. Tuttavia, alla fine queste componenti hanno il loro peso, si fanno sentire perchè il basket è unico, una sola cosa, guidata dalla ragione.

L’intelligenza di gioco tiene conto che il basket è uno sport di reazione e velocità che si realizza come una partita a scacchi , giocata a livello dei fondamentali individuali e di squadra. La “finta” è la regina del gioco.

E’ un fondamentale che, paradossalmente non è inserito nell’elenco perchè l’esecuzione non sarebbe più “a secco”, ma “bagnata” di tattica.

“PENETRA E SCARICA” E’ UN FINTO ATTACCO                                                                                                                                                                                     

E’ una finta e, come tale deve essere credibile, quindi bisogna essere pronti a fare quello che avevamo precedentemente fintato.

Tutta la pallacanestro mondiale gioca in questo modo , dentro un sistema a conduzione gerarchica e interpretazione tecnica individuale, specialistica. Palleggio e tiro, senza rimbalzo.

Quindi, penetrazione in palleggio come finto attacco, leggendo la difesa.

Lo scopo della finta? Far reagire la difesa come vuole l’attacco per favorisce una successiva azione che si può esaurire (non sempre) col passaggio “di scarico” e il tiro da 3Pt..                                                                                                                                                                                                            Va da sé che non c’è una sola azione possibile.                                                                                                                                                                                         1-Penetrare in palleggio e tirare; 2-Penetrare in palleggio e scaricare per il tiro da 3Pt; 3-Contro la difesa “vincente”: Fuggire in palleggio, dopo l’auto-blocco per contatto difensivo.                                                                                                                                                                                                    In quest’ultimo caso , si sfrutta un vantaggio “spazio-tempo” per una successiva azione col passaggio, possibile inizio di un gioco di squadra.                                                                                                                                                              Penetra e scarica? Praticamente, si attacca in palleggio leggendo la difesa e si sceglie la soluzione successiva, 1°, 2° e 3°. La terza, solamente se il difensore “contiene”.                                                                                                                                                                                                                             Solo per puntualizzare. La terza soluzione non è mai stata utilizzata, meglio dire, poco utilizzata. Si avvera quando il difensore chiude la strada col corpo, vincendo il confronto. Se si mantiene “vivo” il palleggio diventa una situazione simile a quella fatta con l’auto-blocco per smarcarsi senza la palla.                                                                                                                                                                                                                                                                                                       Riassumendo, “penetra e scarica” è l’idea leader più usata al mondo. Un’azione offensiva che dovrebbe far reagire tutta la difesa, “costretta” ad aiutare, per favorire il passaggio “di scarico” e il tiro da 3Pt. Senza rimbalzo, naturalmente e questo è il principale difetto di questo attacco. Non è il solo. La specializzazione dei ruoli dovrebbe essere vietata nella categoria Under. 

 

Può essere eseguita con una modalità semplice (Vedi il Diag. sopra) oppure in forma complessa, come si può vedere nel secondo Diag. , dove l’incrocio laterale ed il “Pick-and-Roll” fungono da ulteriore “finto attacco”. L’attacco vero è la penetrazione in palleggio (rosso) verso il centro dell’area.

La difesa reagisce perché il basket è uno sport di “azione e reazione”.  Può farlo di squadra, ma anche individualmente.

Se si sviluppa il concetto della difesa individuale, può riuscirci chiudendo col corpo la via del canestro. Solo i più bravi ce la fanno.

Va da sé che il “finto attacco” con penetrazione in palleggio deve tener conto che il difensore può chiudere la strada col corpo impedendo lo “scarico”.

In questo caso, il palleggiatore deve essere pronto a prendere un vantaggio con “la fuga in palleggio”, allargando il gioco. Lo scopo? Potrebbe essere una opportunità per giocare di squadra, col “Passing-Game”, un attacco di passaggi e movimenti che si sposa benissimo col “penetra e scarica”.